giovedì 27 gennaio 2011

Chi è per davvero cieco?

Tiresia incontra Odisseo

*TIRESIA: Tu sei giovane, Edipo, e come gli dèi che sono giovani rischiari tu stesso le cose e le chiami. Non sai ancora che sotto la terra c'è roccia e che il cielo più azzurro è il più vuoto. Per chi come me non ci vede, tutte le cose sono un urto, non altro.

Cesare Pavese, «I ciechi» da Dialoghi con Leucò (19)
____________
*Tiresia è un indovino della mitologia greca, ricordato per essere stato uomo e donna (per sette anni). Cieco a causa della collera della dea Hera (Giunone, la moglie di Giove) per una sua rivelazione.

2 commenti:

giacynta ha detto...

Tiresia parla degli oggetti, della realtà solo come occasione di inciampo... Tanto vale allora mandare a briglia sciolta l'immaginazione!
Mi resta, comunque, il sospetto di non aver capito. Mi daresti un aiutino?
:-)))))

Artemide Diana ha detto...

Diciamo che chi ha una certa età guarda al di là di quel che esprime la realtà.